CONSUMATORI E GIUSTIZIA: “ FUORI DALL'AULA! ” Convegno 23 Febbraio 2015

bannerino-home

QUESTIONARIO ANGELI DEL RICICLO 2015


Cerca nel sito

Top Video - Capitan Ventosa

Get the Flash Player To see this player.

Consumatori Network

bottone_sportellinrete
bottone_cittadinidigitali
bottone_alcoliceberg

argaiv1116

Milano, 30/06/2015 - Straordinario successo per il sondaggio lanciato quattro giorni fa dalle associazioni di Rete Consumatori Italia (Casa del Consumatore, Assoutenti e Codici). Le associazioni hanno chiesto ai consumatori se intervenire in favore di Uber nel giudizio a Milano che vede contrapposti taxi e Uber su UBERPOP, il servizio di trasporto affidato ad autisti non professionisti. Il sondaggio si chiuderà questa sera alle 20:00, dopo di che le associazioni decideranno se intervenire in giudizio.
"Ringraziamo per le oltre centomila risposte che abbiamo ricevuto sino ad ora, segno dell'interesse della gente, favorevole o sfavorevole, alla questione dei servizi alternativi ai taxi" hanno dichiarato i presidenti delle tre associazioni Giovanni Ferrari, Ivano Giacomelli e Furio Truzzi. "Invitiamo tutti a rispondere al sondaggio, partecipando allo sprint finale di questa sera" esortano i tre presidenti, soddisfatti per il successo di questa innovativa forma di coinvolgimento dei consumatori nelle iniziative delle loro organizzazioni.
 
Nelle prime ore di questa mattina il sondaggio, dopo le alterne vicende di questi giorni, vede in leggero vantaggio i sostenitori del servizio UBERPOP, al 51% contro il 49% dei contrari al servizio californiano. A domani con l'esito finale del sondaggio e la decisione di Rete Consumatori Italia!
 
L’Autorità per le garanzie nelle comunicazione ha dato il via libera a Poste Italiane al recapito della posta a giorni alterni: questa sarà avviata in tre fasi che partiranno rispettivamente il 1°ottobre 2015, il 1° aprile 2016 e non prima del mese di febbraio 2017. La prima fase coinvolgerà lo 0,6% delle popolazione nazionale mentre a regime si arriverà al 25% della popolazione. L’Agcom ha anche autorizzato le tariffe per la posta ordinaria e stabilito che la posta prioritaria dovrà avere “prezzi ragionevoli, trasparenti, non discriminatori e accessibili”.
poste-italianeL’Agcom ha adottato due delibere che fanno seguito alle proposte presentate da Poste, una sulle nuove modalità di recapito degli invii postali a giorni alterni, l’altra sulle tariffe e gli standard di qualità del servizio postale universale di corrispondenza, sulla base di quanto previsto dalla legge di stabilità 2015. Dice l’Agcom in una nota stampa: “Nel quadro del contenimento complessivo della spesa pubblica, la legge di stabilità 2015 ha modificato il quadro normativo relativo al servizio universale postale. In un contesto di crescente contrazione dei volumi postali, e di conseguente aumento dei costi di fornitura del servizio, il Legislatore è intervenuto al fine di adeguare i livelli di servizio allo specifico contesto tecnico, economico e sociale di riferimento, assicurando la sostenibilità economica dell’onere del servizio universale per i prossimi anni e nel contempo perseguendo la valorizzazione di Poste Italiane in uno scenario di riduzione del valore massimo dell’onere ad essa riconosciuto a partire dall’anno corrente. Le delibere oggi adottate dall’Autorità – prosegue l’Agcom – registrano i profondi mutamenti, causati da una domanda in declino anche per effetto della e-substitution, che si sono avuti nel mercato dei servizi postali e, in particolare, hanno l’obiettivo di bilanciare l’efficienza economica dell’operatore incaricato di fornire il servizio postale universale con i bisogni sociali e di interesse generale soddisfatti dalla rete di raccolta e recapito della società Poste Italiane”.
Sulla modalità di recapito della posta a giorni alterni, l’Autorità ha definito i criteri da rispettare per individuare i Comuni interessati sulla base delle “particolari circostanze, anche di natura geografica, che caratterizzano l’ambito del recapito postale sul territorio italiano”. Quello che emerge è un’applicazione graduale. Spiega l’Agcom: “L’attuazione del recapito a giorni alterni (secondo lo schema bisettimanale, lunedì-mercoledì-venerdì-martedì-giovedì) avverrà in tre fasi successive che saranno avviate rispettivamente il 1°ottobre 2015, il 1° aprile 2016 e non prima del mese di febbraio 2017. La prima fase coinvolgerà una ristretta fascia di popolazione (pari allo

Leggi tutto...

Si sono incontate le associazioni dei consumatori e trenitalia in merito alla sicurezza sia nelle stazioni che sui treni. Le parti hanno preso atto che i 15 treni a maggior rischio non verranno sopppressi perché presenziati dalla polfer. le associazioni dei consumatori di Rete Consumatori Italia e Trenitalia hanno inoltre sottoscritto un protocollo per la sicurezza dei passeggeri oltre che per il personale viaggiante. Al primo punto l'azione comune nei confronti del ministero dell'interno affinché garantisca adeguati livelli di sicurezza e una maggior presenza della polfer ad oggi inadeguata, in secondo luogo l'attivazione di un numero verde al quale rivolgersi per le emergenze e per segnalare situazioni di pericolo, gli altri punti prevedono una mappatura delle stazioni e dei treni più problematici in rapporto con le regioni e le prefetture interessate ai fenomeni criminali.

 

Rete Consumatori Italia
assoutenti - casa del consumatore - codici

Dal 1° luglio via libera all’acquisto online dei farmaci da banco, ma solo di quelli senza obbligo di ricetta. La vendita potrà essere effettuata soltanto da farmacie presenti fisicamente sul territorio italiano, autorizzate dalle autorità competenti e riconoscibili da un bollino di sicurezza. Così l’Italia ha recepito la direttiva europea che disciplina la vendita di farmaci tramite internet. Altroconsumo ricorda: vale sempre la regola di non abusare.
Ecco come riconoscere i rivenditori autorizzati: prima di tutto bisogna verificare la presenza del logo sul sito. Cliccandoci sopra si verrà automaticamente indirizzati alla lista ufficiale di tutte le farmacie online che operano legalmente (registrate presso il Ministero della Salute), così da poter verificare se sia riportato l’indirizzo del sito da cui si intende acquistare.
Le farmacie autorizzate alla vendita online saranno gestite da operatori già autorizzati alla vendita sul territorio, riconoscibili appunto mediante un bollino di sicurezza. Al momento è stato rilasciato solo quello comunitario, ma a breve sarà individuato quello italiano. I farmaci da banco potranno essere acquistati anche attraverso operatori europei purché questi possiedano i requisiti previsti dalla normativa per vendere verso l’Italia.
I consigli da seguire sono gli accorgimenti che adottiamo quando acquistiamo un farmaco in modo tradizionale: effettuare l’acquisto solo se ce n’è bisogno, senza fare scorte, conservando i prodotti acquistati in luoghi adatti e con un occhio al farmaco equivalente che potrebbe avere un prezzo inferiore. 

Leggi tutto...

Si ricevono continuamente telefonate e visite alla porta per cambiare gestori di luce, gas e telefono. Spesso capita che qualche persona si possa trovare con doppia (o tripla) bolletta pur non avendo firmato alcun nuovo contratto. L’azienda proponente considera di aver stipulato un nuovo contratto semplicemente con una telefonata. Quando l’incaricato si presenta sulla porta di casa chiede di leggere la bolletta, copia i dati che interessano ed effttuano il cambio di gestore. Spesso questi “visitatori”  chiedono di firmare qualcosa, soprattutto se vedono che vi sono persone un po’ impacciate o anziane.
Ma vi è anche il comportamento scorretto di alcuni istituto di credito che propongono il taeg di 30,33% per la cessione del quinto a persone di una certa età. 
E’ capitato recentemente ad un uomo di 80 anni, come risulta da un documento di sintesi rilasciato da un noto istituto di credito !  
Ma stiamo scherzando ?  Questa si può definire usura ?
Il responsabile della sede territoriale MDC ha deciso di presentare un esposto alla Procura della provincia e chiede alle famiglie ed alle associazioni consumatori in Italia di divulgare questa notizia per verificare che non avvengano queste cose, all’insaputa degli interessati e nel silenzio e disattenzione di tutti.  
 
 
 

Newsletter

Attraverso questo modulo è possibile iscriversi
alla newsletter quindicinale dei consumatori

L'iniziativa è parte integrante del progetto INFORMA CONSUMATORI LIGURIA e rientra nel programma generale di intervento 2009/2010
della Regione Liguria realizzato con l'utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

Registro Stampa n°17/05 del 21/10/2005 Autorizzazione del Tribunale di Genova

Realizzazione AntMedia - Informativa Privacy