CONSUMATORI E GIUSTIZIA: “ FUORI DALL'AULA! ” Convegno 23 Febbraio 2015

bannerino-home

QUESTIONARIO ANGELI DEL RICICLO 2015


Cerca nel sito

Top Video - Capitan Ventosa

Get the Flash Player To see this player.

Consumatori Network

bottone_sportellinrete
bottone_cittadinidigitali
bottone_alcoliceberg

argaiv1598

olio di palma E' di oggi una notizia della Coldiretti che ci aiuta a fare chiarezza sull'olio di palma che da un po' di tempo a questa parte è diventato un tormentone dei social network sui suoi effetti dannosi e sui prodotti ove è contenuto Olio di palma, Coldiretti: in Italia record storico di importazioni

 

Intanto una buona notizia che farà piacere ai consumatori più attenti: sulle confezioni di prodotti alimentari la presenza dell’olio di palma è infatti visibile e non è più possibile usare in etichetta la dicitura generica olio vegetale... e poi c'è l'impegno di alcune grandi case distributrici a eliminare questo elemento dalla produzione dei propri marchi infatti sei catene di supermercati hanno dichiarato di voler togliere l’olio di palma dai loro prodotti a marchio (Coop, Esselunga, Carrefour, Ikea, Ld discount e Md market) e alcune hanno cominciato a vendere sugli scaffali biscotti e fette biscottate senza grassi tropicali.

 

Per saperne di più su questo prodotto vi inviatiamo a leggere: 

Leggi tutto...

Nessuna penale per chi recede dai contratti di abbonamento a telefoni fissi e mobili, internet o a pay-tv. Così il ministero dello Sviluppo Economico ha messo a tacere le voci di quanti sostenevano la reintroduzione delle penali nell’ultimo disegno di legge sulla concorrenza approvato venerdì scorso dal Consiglio dei ministri su proposta del Ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi / Secondo l’UNC il “Governo fa autogol, costringendo il Mise ad arrampicarsi sugli specchi”.
La norma inserita nel disegno di legge non cambia infatti le disposizioni generali in materia di recesso anticipato dai contratti di telefonia, internet e tv (già regolati dal DL 7/2007) ma  disciplina i costi di uscita dalle sole promozioni relativi ai medesimi servizi (come per esempio l’uso di uno smartphone o le partite di calcio gratuite).
In primo luogo – spiega la nota- fissa un tetto di 24 mesi alla durata delle promozioni stesse.
Secondariamente stabilisce che le eventuali penali – già esistenti nelle promozioni – devono rispettare una serie di stringenti requisiti di trasparenza sia verso il cliente, sia verso il regolatore. In particolare, l’operatore dovrà fornire al consumatore

Leggi tutto...

 CONSUMATORI, VITTIME DELLA STRADA, DANNEGGIATI TUTTI A NAPOLI IL 14 MARZO INSIEME AGLI OPERATORI DEL SETTORE PER I DIRITTI DEGLI ASSICURATI E PER LA LIBERTA' DI MERCATO quella che viene dipinta come una nuova misura per la concorrenza nel settore RCAuto a tutela dei consumatori è in realta il solito trito tentativo già respinto ben 2 volte con i precedenti governi di estendere il monopolio assicurativo (70% del mercato controllato da 3 compagnie) dalla polizza alla gestione di tutta la filiera del danno. Le associazioni dei consumatori, degli assicurati, delle vittime della strada dicono no alla svendita dei diritti degli assicurati: non si può proporre per legge la rinuncia alla tutela della salute, alla cessione del credito e al risarcimento per equivalente barattandoli con una scontistica dopata. La libertà di scegliere il proprio medico, il proprio carrozziere di fiducia non è in vendita e la manomissione del codice civile proposta dal disegno di legge contiene elementi di illegittimità costituzionale. Chiediamo che il disegno di legge cambi passo e colpisca il monopolio assicurativo liberalizzando veramente il mercato, favorendo l'ingresso di compagnie straniere e aumentando la concorrenza riducendo i costi generali e gli sprechi di un sistema ad alto rischio criminogeno come i recenti scandali FONSAI hanno dimostrato.
 
FURIO TRUZZI PRESIDENTE ASSOUTENTI
 
Fine del segreto bancario tra Italia e Svizzera: i due paesi hanno firmato oggi il protocollo sullo scambio di informazioni, che modifica la Convenzione di marzo 1976. L’obiettivo dell’accordo è il contrasto al fenomeno dell’evasione e dell’infedeltà fiscale.
Una volta che i rispettivi Parlamenti avranno ratificato il Protocollo, le autorità fiscali italiane potranno richiedere alla Svizzera informazioni, comprese “richieste di gruppo”, anche su elementi riconducibili al periodo di tempo decorrente dalla data della firma, quindi da oggi.

Leggi tutto...

E' ON LINE LA NUOVA NEWSLETTER DI CONSUMATORI LIGURIA 

Buona Lettura

http://issuu.com/consumatoriliguria/docs/newsletter_consumatoriliguria_1__20_3a8f36041855c5

 

 

Newsletter

Attraverso questo modulo è possibile iscriversi
alla newsletter quindicinale dei consumatori

L'iniziativa è parte integrante del progetto INFORMA CONSUMATORI LIGURIA e rientra nel programma generale di intervento 2009/2010
della Regione Liguria realizzato con l'utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

Registro Stampa n°17/05 del 21/10/2005 Autorizzazione del Tribunale di Genova

Realizzazione AntMedia