QUESTIONARIO ANGELI DEL RICICLO 2015


Cerca nel sito

Top Video - Capitan Ventosa

Get the Flash Player To see this player.

Consumatori Network

bottone_sportellinrete
bottone_cittadinidigitali
bottone_alcoliceberg

argaiv1148

untitled Come segnalato ieri, a partire da febbraio, le tariffe sovraregionali aumenteranno.

Per la Genova >< Milano l'aumento è circa dell'1% e l'abbonamento sovraregionale mensile di seconda classe passa da 154,20 euro a 155,80 euro (a i quali vanno aggiunti i 180,00 euro annui della Carta Tutto Treno Liguria che dà la possibilità di utilizzare anche gli IC, i Thello e le FB. (nei prossimi giorni diffonderemo la relativa tabella con tutto il prezzario).

Questi aumenti (seppur limitati a basse percentuali) contengono un principio irricevibile (l'algoritmo di calcolo è errato in partenza) e dilatano ulteriormente il gap truffaldino a danno degli abbonati.

In questa tabella evidenziamo gli aumenti e le cifre truffaldine indebitamente estorte agli abbonati. In un anno raggiungono cifre assurde che moltiplicate per migliaia di abbonati producono importi da milioni di euro incassati indebitamente dalle Regioni italiane.

Noi condurremo la nostra battaglia con tutti i mezzi, se necessario attueremo forme durissime di lotta come l'astensione dal pagamento degli abbonamenti (le multe saranno recapitate alle Regioni), lo sciopero della fame e della sete, la denuncia alla Corte Europea e ai Tar.

 

trasporto 26 gennaio 2015

Oggi Repubblica ha evidenziato la nostra lotta:  

Leggi tutto...

L'Autorità trasporti approva un nuovo regolamento per la tutela dei passeggeri degli autobus: “Con l’adozione di questo Regolamento anche i passeggeri italiani nel trasporto su autobus godranno, finalmente, di un livello di tutela pari a quello adottato da anni negli altri Paesi europei”: sono le parole con cui il presidente dell’Autorità di regolazione dei trasporti, Andrea Camanzi, commenta l’approvazione da parte dell’Authority del regolamento per la tutela dei passeggeri degli autobus. Attraverso un modulo di reclamo, ci si potrà rivolgere all’Autorità (in seconda istanza) per segnalare diversi problemi, da condizioni contrattuali discriminatorie all’informazione ai passeggeri sui suoi diritti e sul viaggio.

Leggi tutto...

63d3f2a4-4d10-44e2-80c7-17137b5fe044

E' ON LINE la Newsletter del progetto CONSUMATORI 2.0 con le seguenti news ...

 

Cortilia, frutta e verdura bio e a km zero a casa con un click
Parlamento Europeo, un nuovo sito per lanciare le petizioni

CAMPUS CONSUMATORI

PRIMO PIANO: Carta dei diritti in internet, 

Natale, Netcom: vincono gli acquisti online
Internet, i nostri giovani perdono il confronto in UE

Insoddisfatti e rimborsati con Air Help

Gli studenti fanno "community"

PRIMO PIANO: Net Neutrality, un dovere da rispettare? Se ne è parlato all'IGF 2014

 


cortilia

Si chiama Cortilia ed è la versione online del mercatino ortofrutticolo bio della domenica. Cortilia permette ai propri clienti di ricevere comodamente a casa cassette di frutta e verdura di stagione, in diversi formati e prezzi. Ogni cliente viene collegato ad un mercato agricolo locale, per vicinanza geografica, che corrisponde tipicamente ad uno o più produttori diretti ubicati nella medesima zona. E’ possibile scegliere tra modalità in abbonamento (più economiche e senza alcuna penale di cancellazione) e modalità acquisto singolo. I prodotti ricevuti sono rigidamente di stagione, si riceveranno quindi cassette con contenuti diversi nel corso dell’anno, anche a parità di abbonamento. I suoi già 50 mila affezionati clienti sono la dimostrazione lampante che l’idea ha fatto centro e piace per gli stessi motivi per cui i consumatori gradiscono fare la spesa al mercatino ortofrutticolo della propria città. I segreti sono: maggiore qualità dei prodotti, certezza della provenienza chilometro (quasi) zero, comodità di utilizzo e consegna a casa giornaliera.

Leggi tutto...

“In questi ultimi tempi stiamo assistendo alla discesa dei PREZZI dei carburanti. Una notizia positiva, soprattutto per quei consumatori, e non sono pochi, che utilizzano l’auto per raggiungere il proprio posto di lavoro”  dichiara Pietro Giordano, Presidente NAZIONALE di Adiconsum, secondo cui la “discesa dei PREZZI potrebbe essere ben più ripida, almeno un 50% in più, se solo fosse accompagnata dalla cancellazione delle accise più obsolete, come quelle della guerra in Abissinia o del Vajont”. “La loro eliminazione comporterebbe un discreto recupero del potere d’acquisto alle famiglie. Chiediamo con forza al Governo di adottare QUESTA misura – conclude Giordano – e chiediamo altresì di sapere per QUALI scopi vengano impiegati i soldi versati dagli automobilisti. La conoscenza delle finalità a cui vengono destinati tali accise costituiscono un DIRITTO del consumatore”.
 
MA VEDIAMO QUALI SONO LE ACCISE CHE COSTITUISCONO IL 52% DEL COSTO DELLA BENZINA:
 
- guerra in Abissinia del 1935 la prima in ordine di apparizione introdotta nel 1935 da Mussolini
- crisi di Suez del 1956 
- disastro del Vajont del 1963
-  alluvione di Firenze del 1966
- terremoto del Belice del 1968
- terremoto del Friuli del 1976
- terremoto in Irpinia del 1980
- missione in Libano del 1983
- missione in Bosnia del 1996
- rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004
Decreto Legge 34/11 per il finanziamento della manutenzione e la conservazione dei beni culturali, di enti ed istituzioni culturali
emergenza immigrati dovuta alla crisi libica del 2011, ai sensi della Legge 225/92
- alluvione in Liguria ed in Toscana del novembre 2011
- decreto Legge 6 dicembre 2011 n. 201 «Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici» del governo Monti.
- terremoti dell’Emilia del 2012;
 
ciliegina sulla torta: l'iva al 22%.
 
FONTE: Help Consumatori e www.finanzautile.org

Newsletter

Attraverso questo modulo è possibile iscriversi
alla newsletter quindicinale dei consumatori

L'iniziativa è parte integrante del progetto INFORMA CONSUMATORI LIGURIA e rientra nel programma generale di intervento 2009/2010
della Regione Liguria realizzato con l'utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

Registro Stampa n°17/05 del 21/10/2005 Autorizzazione del Tribunale di Genova

Realizzazione AntMedia