Cerca nel sito

Top Video - Capitan Ventosa

Get the Flash Player To see this player.

Consumatori Network

bottone_sportellinrete
bottone_cittadinidigitali
bottone_alcoliceberg

Canone Rai in bolletta? La rivoluzione adesso è realtà. Dopo tanta confusione, una valanga di dubbi da sciogliere e la corsa alla compilazione dei moduli di esenzione, adesso i consumatori si ritrovano la fantomatica bolletta della luce tra le mani, con l’aggiunta del Canone Rai e qualche prevedibile errore annesso.

Tanti i cittadini che si sono già rivolti alle associazioni dei consumatori per avere risposte. Il Canone è stato addebitato nonostante la dichiarazione di non possesso della televisione, nonostante la mancata residenza nell’abitazione, oppure è arrivato “doppio”, sia sulla prima che sulla seconda casa: questi i casi più comuni.

alt

Proprio dalle richieste degli utenti Rete Consumatori Italia ha lanciato il progetto #CANONEINBOLLETTA.IT che, grazie al finanziamento del Ministero dello Sviluppo economico, per i prossimi 12 mesi assisterà i cittadini, informandoli e offrendo consulenza sulle nuove procedure di pagamento del Canone Rai. Rete Consumatori Italia, che unisce Assoutenti, Casa del Consumatore e Codici, potenzierà i suoi servizi attraverso:

  • la creazione di un canale web (www.canoneinbolletta.it) per ottimizzare la reperibilità delle informazioni e l’assistenza online

  • l’attivazione di 4 sportelli online h24 per 365 giorni l’anno, che si uniranno ai 133 sportelli di Rete Consumatori Italia, distribuiti in tutte le regioni italiane

  • l’utilizzo del numero verde 800.168.566 di RCI con attivazione del tasto “prontocanoneinbolletta”, per facilitare l’immediato contatto tra utenti e operatori

I servizi verranno forniti gratuitamente a tutti i cittadini, con un particolare impegno volto a raggiungere anche le fasce più deboli e le persone disabili, impossibilitate a recarsi presso gli sportelli o con deficit visivo.

RCI, la più grande Rete in Italia, è pronta a garantire una concreta ed efficace assistenza ai consumatori, attraverso un piano strategico che dia informazione e consulenza agli utenti e li tuteli nel caso di somme addebitate impropriamente.

Una rivoluzione alle porte, l’ennesima per il trasporto ferroviario ligure, sta già sollevando un polverone tra i cittadini e fa temere il peggio alle associazioni dei consumatori, che si stanno preparando ad una nuova estate calda.

Dopo il definitivo stop alla vendita dei biglietti a fascia chilometrica dello scorso dicembre 2015, adesso cambiano le carte in tavola anche per i biglietti dei treni regionali o sovraregionali: dal 1 agosto, infatti, per acquistarne uno verrà richiesto il giorno del viaggio, che sarà stampato sul titolo di viaggio. Il biglietto potrà essere usato esclusivamente entro le 23:59 di quel giorno e avrà una durata massima di validità entro le 4 ore dalla timbratura, contro le vecchie 6 del biglietto classico.

alt

E chi volesse modificare il proprio viaggio? Cambiare ovviamente si potrà, gratis presso i Self Service o in una biglietteriaTrenitalia, oppure anche nei punti vendita SiSALPAY, LisPaga di Lottomatica,SIR Tabaccai, ma pagando unamaggiorazione di cinquanta centesimi a biglietto. Attenzione però ad un particolare: il viaggio potrà essere sostituito solo una volta e rigorosamente entro le ore 23:59 del giorno precedente la data indicata sul biglietto. Chi cambiasse idea dopo, insomma, sarà costretto a rinunciare al rimborso.

La nuova politica, spiega Trenitalia, è motivata con il contrasto all’evasione. Ma quale prezzo? A pagare saranno I cittadini, costretti a dover pianificare ogni singolo viaggio, attenendosi ad un iter troppo complicato anche solo in teoria, figuriamoci nella pratica!

L’associazione Assoutenti, da sempre a fianco dei pendolari e dei Comitati inerenti, ha già puntato il dito contro la complessità della procedura di cambio data. “Siamo perfettamente d’accordo con la lotta all’evasione, ma deve essere fatta con più controlli e non complicando la vita a chi viaggia”, ha dichiaratoFurio Truzzi, presidente di Assoutenti. “La procedura per il cambio di data sui biglietti per i regionali non deve essere diversa da quella dei Frecciarossa, il sistema informatico deve consentire di farlo con rapidità e facilità. Avevamo già chiesto all’AD di Trenitalia Barbara Morgante che venisse garantita la parità di trattamento nella bigliettazione, per questo siamo già pronti a muoverci per tutelare i viaggiatori e ribadiamo che dal 1 agosto questa nuova struttura dovrà essere corretta. Vigileremo sulle code alle biglietterie e soprattutto sul sistema online, che con questa nuova procedura rischia di dar vita a grosse disparità. Non ci devono essere passeggeri di serie A e di serie B».

E' online la nostra newsletter di giugno, con tante notizie dal mondo di Consumatori Liguria.

 

Per prenderne visione CLICCA QUI!

 

Buona lettura!

La redazione

Il “Comitato raccolta differenziata Quarto Alta e Colle degli Ometti”Assoutenti, Lega Consumatori e le altre associazioni dei consumatori, anche grazie alle sollecitazioni del Municipio e dei suoi consiglieri, sono riusciti ad ottenere da Amiu il rinvio delle nuove modalità di raccolta differenziata, richiesto durante l’assemblea del quartiere dello scorso 22 giugno.

La brevità del rinvio richiede un intenso lavoro per superare le problematiche emerse. Per meglio affrontarle, il Comitato ha predisposto una scheda compilabile al Circolo Monni, in via delle Eriche, con la quale segnalare i problemi aperti (conferimento condominiale anziché individuale, disabilità, conferimento pannoloni, famiglie numerose, ecc.) dalla modalità di raccolta differenziata proposta da AMIU.

alt

Nella speranza e non nella certezza che si possano adottare entro la data del 15 luglio e comunque subito dopo la sperimentazione, nuove modalità di raccolta più gradite alle famiglie, il comitato chiede di sottoscrivere la nuova proposta di raccolta approvata in assemblea e depositata al circolo Monni e che qui si riassume:

a) lasciare invariate le modalità di raccolta per plastica, lattine, vetro e carta

b) conferire umido e indifferenziato in contenitori condominiali limitati a più palazzi secondo le esigenze dei condomini e con modalità concordate con Amiu

c) mantenere la raccolta con il secchiello solo su espressa volontà delle famiglie che lo desiderino rispettando le normative in atto in materia di privacy (a tale proposito verranno recapitati in ogni casetta delle lettere o ritirabili presso il Circolo Monni i moduli di consenso / indisponibilità)

Vuoi aderire anche tu al Comitato per la raccolta differenziata? 

Recati al Circolo Monni o scarica già il modulo sul sito di Assoutenti, CLICCA QUI!

Newsletter

Attraverso questo modulo è possibile iscriversi
alla newsletter quindicinale dei consumatori

L'iniziativa è parte integrante del progetto INFORMA CONSUMATORI LIGURIA e rientra nel programma generale di intervento 2009/2010
della Regione Liguria realizzato con l'utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

Registro Stampa n°17/05 del 21/10/2005 Autorizzazione del Tribunale di Genova

Realizzazione AntMedia - Informativa Privacy