,

L’assessore Berrino dà ragione alle Associazioni dei Consumatori

E’ arrivata oggi, martedì 10 gennaio, la nota dell’avvocato Giovanni Berrino in risposta alla missiva inviata dalle Associazioni dei Consumatori liguri in merito all’iniziativa SOS Pendolari annunciata dal Secolo XIX lo scorso mese di dicembre che, secondo il quotidiano ligure, avrebbe previsto la partecipazione del Direttore del Trasporto Regionale Iacono e del Direttore della DPR Liguria Della Monica ad un filo diretto settimanale con i pendolari liguri.

“Questa iniziativa, per altro assunta in carenza di qualsiasi incontro “politico” di Trenitalia con le associazioni dei consumatori e con i comitati pendolari liguri dall’insediamento del nuovo direttore regionale, rischia di delegittimare e sconfessare il lavoro del tavolo tecnico e di assegnare al populismo e alla demagogia da social network un ruolo e una legittimità che può avere pesanti conseguenze, non tanto per noi, quanto per la Regione Liguria e per l’impresa ferroviaria che si troverà a gestire richieste soggettive e spesso poco rappresentative delle reali esigenze di mobilità”, così le associazioni dei consumatori liguri e dei comitati pendolari a firma di Furio Truzzi (Presidente Assoutenti Liguria);  Stefano Salvetti (Presidente Adiconsum Liguria e portavoce CLCU); Calogero Pepe (Presidente Federconsumatori Liguria e Portavoce ADIRCONS); Enrico Pallavicini (Portavoce GenovaMilanonewsletter e Comitati Federati Assoutenti); Sebastiano Lopes (Portavoce Comitato Utenti Trenitalia Ponente).

Nella nota di risposta l’Assessore Giovanni Berrino rende noto che: “riscontro la Vostra nota in merito all’iniziativa denominata SOS Pendolari del Secolo XIX, che come voi ho appreso dagli organi di stampa, e con la presente vi confermo che per la Regione Liguria il luogo deputato per la discussione e l’esame delle questioni inerenti il trasporto pubblico è il Tavolo Tecnico, voluto e istituito dalla Giunta.

Pertanto Vi confermo che, a prescindere da altre iniziative che possono essere attivate, per Regione Liguria il luogo di riconoscimento del ruolo e della partecipazione delle associazioni dei consumatori e dei comitati dei pendolari è il tavolo tecnico, che, pertanto, auspico continuerà a svolgere il proprio lavoro come nel recente passato”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *