, ,

È scaduto l’ISEE 2017: al via il rinnovo per il 2018

Chi ha diritto o vuole provare ad accedere a prestazioni sociali o servizi di pubblica utilità, deve rinnovare l’attestazione ISEE. Quella  del 2017, infatti, è scaduta il 15 gennaio.
Per ottenere il rilascio del nuovo ISEE, cioè dell’indicatore della situazione economica equivalente, è necessario presentare una nuova DSU, la Dichiarazione sostitutiva unica, un documento contenente i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali del tuo nucleo familiare.

 

A chi richiedere la DSU?
La DSU può essere richiesta all’Ente che eroga la prestazione sociale agevolata; al Comune; a un Centro di Assistenza Fiscale (CAF); all’Inps in via telematica, mediante le postazioni self-service presenti presso le sedi INPS oppure collegandosi al sito Internet www.inps.it nella sezione “Servizi On-Line – Servizi per il cittadino”.

Che durata di validità ha la DSU?
La DSU ha validità dal momento della presentazione sino al 15 gennaio dell’anno successivo. Il vecchio ISEE (ad es. quello del 2017) è valido ancora  2 mesi dal momento della presentazione della nuova DSU.


Le agevolazioni a cui è possibile accedere a seconda del valore dell’ISEE, riguardano le seguenti prestazioni sociali o servizi di pubblica utilità quali  trasporti, iscrizione asilo nido,    tasse scolastiche e universitarie, assegni sociali, bonus libri e social card.


di Adiconsum