,

Recensioni degli acquisti online: pubblicata una prassi di riferimento

UNI (Ente Italiano di Normazione ) ha pubblicato la prassi di riferimento uni/pdr 34:2017 “siti e-commerce – linea guida per le recensioni dei consumatori sull’esperienza di acquisto online”.

Il documento, sviluppato con la Casa del Consumatore, affiancata da Codici Lombardia, Codacons Lombardia, Assoutenti Lombardia e Altroconsumo Lombardia, fornisce criteri ed esempi di valutazione per recensire le esperienze di acquisto online effettuate dai consumatori.

L’idea di elaborare una prassi di riferimento, cioè un documento para-normativo che fornisce prescrizioni tecniche o modelli applicativi su temi nuovi e spesso innovativi per il mondo della normazione volontaria, è nata dal progetto “Consumatore.net: opportunità e rischi online”, sviluppato nell’ambito del “Programma Generale di intervento 2016” della Regione Lombardia e finanziato tramite i fondi del ministero dello sviluppo economico: una iniziativa che ha come obiettivo quello di favorire il dialogo e la fiducia dei consumatori nei confronti delle imprese operanti nel settore delle vendite online di beni e servizi.

Il tema è quanto mai attuale ed è indubbiamente tra i più sentiti perché, come si sa, le abitudini di acquisto degli italiani stanno cambiando molto velocemente e le esperienze di “shopping online”, specie negli ultimi anni, sono sempre più numerose.

Nell’ambito del progetto “Consumatore.net: opportunità e rischi online”, è stato aggiornato e sviluppato il portale dedicato alle recensioni sugli acquisti online ShoppingVerify, che adotta la nuova prassi di riferimento UNI. i criteri di giudizio elaborati dalla prassi di riferimento e la possibilità per gli e-commerce di ottenere recensioni su acquisti verificati, rendono ShoppingVerify il miglior portale per verificare l’affidabilità degli ecommerce.

Adesso anche la normazione fornisce il suo contributo tecnico per aiutare tanto i consumatori quanto le imprese operanti online ad agire con fiducia e trasparenza e lo fa confermando appieno il suo ruolo come strumento di quel “diritto mite” in grado di ridurre la necessità dell’intervento regolatorio e spesso invasivo dello stato. La prassi di riferimento ora pubblicata fornisce infatti una linea guida per fare delle recensioni precise, strutturate, confrontabili… in poche parole: efficaci.

La nuova PDR definisce le varie fasi dell’esperienza di acquisto online (prima, durante e dopo l’acquisto) e fornisce criteri per recensirla adeguatamente, specificando quegli elementi che dovrebbero concorrere alla sua valutazione complessiva. Tra questi, per citarne alcuni: i dati identificativi del venditore (che devono essere sempre evidenziati chiaramente sul sito), la trasparenza dei prezzi e delle modalità di pagamento, il diritto di recesso (diritto previsto per legge che deve essere garantito senza ostacoli procedurali) nonché la concreta operatività del servizio clienti.

La prassi di riferimento è liberamente scaricabile dal sito dell’UNI.

 

 

di Casa del Consumatore