,

Come leggere le recensioni online

Ben il 60,3% dei consumatori italiani consultano le recensioni online, prima di scegliere un ristorante, un albergo, un locale e circa l’80% si fida dei giudizi che legge.

Siamo nell’era digitale e le piattaforme online di recensioni sono diventate un punto di riferimento, soprattutto quando non si sa dove andare a mangiare o non si sa dove andare a soggiornare. Le recensioni online rappresentano quindi un ausilio per il consumatore, in particolare, quando è in viaggio e si trova in un Paese che non è il suo, perché permettono in breve tempo di confrontare più realtà e di farsi un’idea di massima.

Purtroppo, quello delle recensioni è un mercato, e come tale, ha come obiettivo il business; è quindi possibile trovarvi recensioni false.

E qui entra in gioco la capacità di discernimento del consumatore nel riconoscere la recensione vera da quella falsa o comunque in qualche modo quella che non è obiettiva.

Come leggere le recensioni

1) Individuare dei parametri che per noi risultano importanti per scegliere un ristorante, un albergo, ecc. (ad esempio, nel caso di un luogo dove mangiare, può essere importante sapere se c’è menù per i celiaci o per i vegetariani/vegani, se i prodotti sono certificati biologici o provenienti dal territorio, ecc.) e ricercarli nelle recensioni

2) Non fermarsi al primo giudizio

3) Leggere con attenzione le recensioni a partire da quelle negative; analizzando come sono scritte si capisce se sono di parte oppure no, svelando in questo modo quelle veritiere e attendibili

4) Diffidare delle recensioni troppo entusiastiche o troppo critiche

5) Scegliere in base al numero delle recensioni: più alto è il numero dei giudizi positivi o negativi più è facile scegliere

6) Confrontare le recensioni sulla base degli stessi parametri così da tracciare un profilo il più possibile obiettivo del locale/struttura ricettiva

7) Comparare le recensioni di più piattaforme online

8) Leggere e tenere in considerazione anche le risposte del gestore dell’esercizio commerciale ai singoli commenti negativi.

Oltre alle recensioni sul web, rimane un valido strumento anche quello del “passaparola” di amici e parenti, considerando sempre che anche questo, come i giudizi online, sono comunque soggettivi e quindi legati al gusto personale.