, ,

Morosità bollette telefoniche: gli interventi richiesti da Lega Consumatori

Evitare contenziosi nel settore telefonia legati all’emergenza Coronavirus. E’ questo l’obiettivo di Lega Consumatori che ritiene necessario intervenire con urgenza per tutelare gli utenti nelle problematiche legate al pagamento delle fatture dei servizi telefonici.

Lega Consumatori ha già richiesto richiesto a livello nazionale all’Autorità Garante per le Comunicazioni, la sospensione, analogamente con quanto avvenuto per le forniture di energia elettrica/gas/acqua, dei procedimenti di disattivazione di linee telefoniche e collegamenti internet da parte delle compagnie telefoniche per gli utenti di tutta Italia senza limitazioni (non solo nei comuni della ex zona rossa) in difficoltà economica.

“Ora secondo noi, evidenziano i vertici di Lega Consumatori Liguria, Alberto Martorelli e Cristina Cafferata, è necessario garantire che le situazioni di morosità strettamente riconducibili alla crisi generata dall’epidemia del Covid 19 siano trattate con adeguata attenzione”.

Pensiamo alle persone anziane che, non disponendo in molti casi del versamento diretto tramite conto corrente bancario, non possono uscire di casa a causa dell’epidemia per pagare la bolletta telefonica presso gli uffici postali o i tabacchini oppure alle famiglie che essendo in difficoltà economica (perdita lavoro, riduzione orario di lavoro, cassa integrazione) non sono in grado di rispettare la scadenza di pagamento delle fatture.

Per fronteggiare tali casistiche occorre predisporre con le Società telefoniche misure specifiche per supportare in modo concreto gli utenti ed in particolare:

  • consentire un’ampia rateizzazione degli importi non pagati addebitati nelle fatture, con storno degli interessi di mora eventualmente maturati
  • intensificare lo strumento della conciliazione paritetica per i casi di reclami respinti o privi di riscontro, prevedendo un ampliamento dei termini previsti per la durata di tale procedura

Tali strumenti consentirebbero di evitare spiacevoli contenziosi economici (nel caso  specifico l’intervento delle società di recupero crediti) o nei casi piu gravi i distacchi delle linee telefoniche e dei servizi internet che provocherebbero ulteriori gravi disagi agli utenti.

“Occorre infatti rilevare, sottolineano Martorelli e Cafferata, che l’erogazione dei servizi di telefonia, come emerso in questi mesi di emergenza sanitaria, costituisce e costituirà sempre più un servizio essenziale anche per la fase 2 poiché grazie ai collegamenti internet è possibile lavorare a distanza, di seguire le lezioni on line, di comunicare con  i nostri familiari e di rimanere informati”.

Lega Consumatori attende quindi un riscontro dalle Società delle telecomunicazioni in merito alle richieste sopraillustrate al fine gestire in modo efficace e rapido le istanza degli utenti legate al post emergenza Cororonavirus.

Gli sportelli di Lega Consumatori Liguria sono inoltre pronti a ricevere le segnalazioni degli utenti per i problemi legati alla telefonia fornendo adeguata assistenza e supporto.