Liguria amica dei consumatori-utenti: il patto di legislatura proposto dalle associazioni ai candidati alle regionali

Le associazioni liguri dei consumatori Adiconsum, Adoc, Assoutenti, Casa del Consumatore, Codacons, Lega Consumatori propongono ai candidati presidenti e consiglieri alle prossime elezioni regionali la sottoscrizione del patto di legislatura 2020-2025 “Liguria amica dei cittadini consumatori e utenti”.

Per una Liguria amica dei cittadini consumatori e utenti

Genova, 07/09/2020

Per quanto si sia fatto nel corso dell’ultima legislatura, la recessione e le condizioni precarie di una economia in transizione e la recente emergenza sanitaria covid 19 hanno messo a dura prova i sistemi di welfare e le modernizzazioni nei servizi ai consumatori e agli utenti liguri. Proponiamo ai candidati presidenti e consiglieri che lo vorranno di sottoscrivere il seguente patto di legislatura 2020 – 2025 con le associazioni liguri dei consumatori* per impegnarsi sulle seguenti priorità:

1. TRASPORTI – va conseguita la piena integrazione modale, oraria e tariffaria tra il trasporto ferroviario e le diverse aziende di tpl, va superato l’isolamento della Liguria garantendo migliori collegamenti con la Francia, Torino, Milano, Firenze Roma in una visione di mobilità del nord-ovest del paese che assicuri anche il trasporto turistico con almeno otto coppie di freccia rossa con destinazione Liguria. Va assicurato il trasporto gratuito ai minori di 14 anni e condizioni particolari per un abbonamento su tutti i mezzi circolanti in Liguria.

2. CASA – nel protrarsi dell’attuale emergenza abitativa derivante da una cronica carenza di alloggi di edilizia popolare si rende necessario il rilancio di un piano regionale erp che ampli l’offerta abitativa e proceda nella riqualificazione delle periferie procedendo anche con il metodo “Begato”. Vanno assicurate misure economiche di sostegno al canone e per fronteggiare la morosità incolpevole.

3. SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA E ALLE PARI OPPORTUNITÀ NEI PERCORSI DI ISTRUZIONE – va proseguito il buon lavoro fatto e rafforzato l’intervento a favore della famiglia e delle pari opportunità con l’ampliamento dei contributi per voucher baby sitter, per la realizzazione di nuovi asili nido e il loro accesso gratuito per i figli delle donne lavoratrici. Va proseguita e ampliata la buona politica a sostegno dei meritevoli meno abbienti con adeguate borse scolastiche per le scuole superiori e per l’università.

4. SALUTE – vanno aumentate di almeno il 10% le risorse per la medicina preventiva e territoriale e rafforzata e resa sistemica l’integrazione tra i servizi territoriali in particolare quelli riabilitativi con quelli di cura nosocomiale.

5. AMBIENTE – vanno sostenuti i comportamenti attivi dei cittadini nel corretto smaltimento dei rifiuti in particolare con la un piano regionale per la riduzione degli imballaggi e la diffusione di isole del riciclo con l’introduzione di premialità e riduzione della Tari.

6. ECONOMIA CIRCOLARE E EDUCAZIONE AL CONSUMO CONSAPEVOLE – vanno proseguite le ottime esperienze di educazione ai consumi realizzate nel corso dei percorsi di orientamento, del salone Orientamenti e dei progetti “Informaconsumatori Liguria”  e “Dal Solco al Sole.

7. SVILUPPO DELLA SUSSIDIARIETÀ – coinvolgimento diretto delle associazioni dei consumatori per la realizzazione di un osservatorio dei prezzi dei generi di prima necessità e per la definizione degli standard dei servizi pubblici (comma 461 art 2 legge 244/2007) e nelle attività di monitoraggio.

*Consulta Ligure Consumatori Utenti: Adiconsum, Adoc, Assoutenti, Casa del Consumatore, Codacons, Lega Consumatori