,

Raccolta firme del comitato “Telemultati”

Quest’oggi si è svolta, proprio sotto il Ponte Monumentale, la prima raccolta firme del comitato “Telemultati”. Questo incontro, il primo avvenuto di persona, il secondo dopo il meeting su Zoom, ha raggiunto centinaia di persone, tutte con una storia propria, e ciascuna diversa.

Come la signora Graziella che non ha preso alcuna multa direttamente, ma lavora per un’azienda dove ne sono state recapitate molte ai suoi colleghi, soprattutto in Via Cantore e Corso Europa. Oppure la signora Anna, che usa prevalentemente i mezzi pubblici, ma che è stata colpita dalle ingiuste sanzioni. Tuttavia, non hanno aderito solo persone che sono state colpite dalle multe, ma anche persone che hanno seguito la vicenda senza esserne direttamente coinvolti e che hanno deciso di unirsi alla causa.

Nel mentre che la protesta si fa più consistente e decisa e aggiunge a sé sempre più adesioni (siamo già oltre tremila) anche le istituzioni stanno cominciando a guardare con attenzione lo svolgersi della vicenda.

Questo è il segno che la strada intrapresa dell’annullamento in autotutela è quella giusta e che il lavoro svolto finora è servito a smuovere le cose, ma il cammino da percorre non è ancora terminato. Per il momento consigliamo fortemente di non pagare le sanzioni ma di chiederne l’annullamento in autotutela (scaricate il modulo andando in questa pagina), oppure di rivolgervi direttamente alle Associazioni dei Consumatori Liguri.

,

Aderisci anche tu al Comitato ‘Telemultati’, firma la petizione per fare ricorso!

, ,

Live oggi alle 17.30 l’Assemblea Generale ‘telemultati’! Partecipa anche tu!

Sono 33 i ‘semafori intelligenti’ presenti nella città di Genova.

Conosciuti con il nome di T-Red, rilevano il passaggio con semaforo rosso e il fermo del veicolo oltre la striscia continua di arresto, facendo scattare in automatico le multe per chi non osserva il codice della strada.

Ma anche per chi lo rispetta! Molte le segnalazioni di chi si è visto recapitare più di una multa a casa nonostante il pieno rispetto delle regole.

Ecco perchè la Consulta Ligure Consumatori Utenti ha deciso di convocare in assemblea automobilisti, motociclisti, tassisti, autisti di autobus ed autotrasportatori.

Se sei stato anche tu testimone diretto di questa ingiustizia clicca qui! Potrai vedere la diretta live sulla pagina Facebook di Assoutenti Liguria!

,

Convocata Assemblea Generale dei telemultati T-Red: Martedì 2 Febbraio 2021 ore 17.30 su Zoom

Il 65% dei telemultati con T-Red sono stati sanzionati per aver percorso una cosiddetta corsia canalizzata da sempre utilizzata ed essere passati con il verde!

Qui non si parla di tutelare chi è passato con il rosso mettendo in pericolo la propria e altrui incolumità ma di difendere gli utenti della strada in un città con le ‘carreggiate colabrodo’ e una segnaletica contraddittoria che ricorda la biblica Babele dalle furbizie predatorie e dalle vessazioni di chi vuole spremere i cittadini come limoni e prendere a schiaffi i loro diritti!

La Consulta Ligure dei Consumatori Utenti,  che raggruppa tutte le associazioni dei consumatori riconosciute dalla regione Liguria e dal comune di Genova, convoca in assemblea generale automobilisti, motociclisti, taxisti, autisti dei bus, autotrasportatori per richiedere:

– immediata moratoria di tutte le sanzioni per cambio di corsia (art. 146 comma 2 del Codice della Strada);

– cessazione dal 1 febbraio della loro rilevazione tramite T-Red;

– incontro con il Prefetto e con il Presidente del Tribunale per illustrare la grave lesione dei diritti degli utenti della strada operata dalla Polizia Municipale di Genova contestando la mancata canalizzazione tramite T-Red;

– annullamento in autotutela delle sanzioni emesse;

e per decidere come tutelare legalmente i telemultati.

Solo i ‘cantune’ in carne ed ossa possono contestare il mancato rispetto degli obblighi di canalizzazione. Le macchine non sanno valutare le condizioni dei luoghi e del traffico e, pertanto, non possono essere usate per fare cassa!

PARTECIPATE!!

 

Ecco il link per partecipare alla riunione:
https://zoom.us/j/96624216439?pwd=NTdDTFRvcjYvM2EvWHdrWkJNUFF4Zz09

 

I contatti delle associazioni per impugnare le multe ingiuste

ASSOUTENTI LIGURIA
Via Malta 3/1 -16121 Genova

Tel. 010 540256 Fax 010 8632026

Email: info@assoutenti.liguria.it

ADICONSUM – ASSOCIAZIONE NAZIONALE DIFESA CONSUMATORI E AMBIENTE
Sede Regionale Piazza Campetto, 10 – Genova

Tel Fax 010 2475630 E-mail: adiconsumliguria@libero.it

ADOC – ASSOCIAZIONE PER LA DIFESA E L’ORIENTAMENTO DEI CONSUMATORI
Sede Regionale Piazza Colombo, 4/6 – Genova

Tel. 010 5958106 Fax 010 532043

E-Mail: adoc.genova@libero.it

CASA DEL CONSUMATORE
Salita San Leonardo 9/2 – 16128 – GENOVA

Tel. 010 2091060 Fax 010 8992088

Email: liguria@casadelconsumatore.it

CODACONS
Sede Regionale Via XXV Aprile 14/6 (I piano) – Genova

Tel. 010 4032455 Fax 0107984777

Email codacons.liguria@gmail.com

FEDERCONSUMATORI
Sede Regionale Via Balbi 29/3 – 16126 Genova

Tel 010 5960414 fax 0105302190

E-mai:l info@federconsumatoriliguria.it

LEGA CONSUMATORI LIGURIA
Sede Regionale Via XX Settembre 20/94 – 16121 Genova

Tel. 0102530640 – Fax 0100945766

E-mail: genova@legaconsumatori.it

Sono attivi inoltre il numero verde 800 180 431 per i telefoni fissi e il numero 0108935007 per i cellulari.

, ,

12 nuovi eco compattatori a Genova: in una settimana oltre 18.000 bottiglie raccolte e 600 Kg di plastica tolta al mare

, ,

Concluse le istruttorie per richiedere il ‘Bonus taxi’: 13.000 le domande ammesse e finanziate. Iniziativa riconosciuta come best practice dall’Unione Europea

Report attività delle associazioni liguri dei consumatori

Come ogni anno in questo periodo pubblichiamo la relazione che racconta quanto realizzato dalle associazioni liguri dei consumatori e utenti nell’ambito del Programma Generale d’Intervento “Liguria In-formaconsumatori” (con le sue due importanti iniziative Sportelli in Rete e Dal Solco al Sole) e nell’ambito del Programma Regionale degli interventi per la tutela dei consumatori.

Il periodo coperto da questa relazione va dal 1 maggio al 12 novembre 2020.

Buona lettura!

ILC Relazione maggio-novembre 2020

La Liguria contro la violenza sulle donne: #nessunascusa

La scena finale della Carmen di Bizet ambientata in un garage, ovvero in uno spazio quotidiano, per raccontare e denunciare un orrore quotidiano, in un cortometraggio girato dal regista e direttore del Teatro Nazionale Davide Livermore in occasione del 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne: è una delle iniziative lanciata quest’anno da Regione Liguria sotto l’hashtag ormai noto di #nessunascusa a cui le associazioni liguri dei consumatori si uniscono con la propria voce.

“Serve un no chiaro contro la violenza sulle donne ed è importante che quest’anno sia la Cultura a dire insieme a noi questo “no”, in un momento in cui il teatro e le produzioni solo apparentemente sembrano ferme e invece tanto si può fare e si può costruire” spiega l’assessore alla Cultura e alle Politiche sociali di Regione Liguria Ilaria Cavo.

“Ho voluto fortemente che il 25 novembre fosse ricordato perché i dati delle violenze sulle donne sono impressionanti -dichiara l’assessore alle Pari Opportunità Simona Ferro. “Durante il lockdown per l’emergenza coronavirus (9 marzo – 3 giugno 2020) sono stati 58 gli omicidi in ambito familiare-affettivo: ne sono state vittime 44 donne (il 75,9%) e in 14 casi gli uomini. Ciò significa che, durante il lockdown, ogni due giorni una donna è stata uccisa in famiglia”.

,

Le associazioni dei consumatori a Orientamenti 2020

Le associazioni liguri dei consumatori anche quest’anno sono a Orientamenti!

Avremo due stand: uno dedicato alle attività di assistenza e tutela dei consumatori e uno dedicato al nostro progetto Dal Solco al Sole. Dal 10 al 12 novembre potrete trovarci negli spazi 12 e 18 del modulo 8 al I piano del Salone Virtuale: saremo presenti con documenti, immagini, video e con una chat sempre attiva per rispondere alle vostre domande.

Abbiamo inoltre organizzato 6 incontri a cui sarà possibile partecipare gratuitamente: qui a seguire il nostro programma!
Per visitare gli stand e partecipare agli eventi è necessario registrarsi sulla piattaforma www.saloneorientamenti.it/ e accedere seguendo le istruzioni che si riceveranno via e-mail.

Vi aspettiamo!

Martedì 10 novembre – ore 10.00
AGRICOLTURA ED ENERGIE RINNOVABILI: BERNARDO MARSANO E GIOVANNI FRANCIA PIONIERI DELL’ ENERGIA SOLARE 
Una storia tutta ligure ma poco conosciuta che riguarda da vicino i primi studi sull’energia solare. L’importanza delle energie rinnovabili anche nell’agricoltura.
Webinar destinato agli studenti delle scuole secondarie superiori a cura della prof.ssa Angela Comenale Pinto Docente Istituto Agrario Bernardo Marsano con la partecipazione del dottor Ettore Acerra Direttore dell’Istituto Scolastico Regionale della Liguria.
Martedì 10 novembre – ore 17.00
GIGA, MINUTI ILLIMITATI E SERVIZI NON SEMPRE RICHIESTI: SAI COMPARARE LE OFFERTE?
Un dialogo con i ragazzi a partire dalle loro disavventure più comuni in fatto di contratti telefonici, sim ricaricabili, servizi richiesti e non richiesti… Impariamo ad evitare fregature conoscendo i nostri diritti!
Webinar destinato agli studenti delle scuole secondarie superiori a cura delle associazioni Lega Consumatori – Sportello del Consumatore – Adiconsum
Mercoledì 11 novembre – ore 10.00
“YOU ARE WHAT YOU EAT”. SEI QUELLO CHE MANGI!  
Dialogo con i ragazzi sulle abitudini alimentari più diffuse. Calorie nascoste, grassi e conseguenze dirette sulla propria persona, perché… siamo quello che mangiamo!
Webinar destinato agli studenti delle scuole secondarie superiori a cura del dottor Enrico Torre – Direttore del Servizio di Diabetologia, Endocrinologia e Malattie metaboliche dell’Ospedale ASL 3 Genovese
Mercoledì 11 novembre – ore 17.00
SHOPPING ONLINE: EVITA LE TRUFFE ACQUISTA IN SICUREZZA
Comprare online è ormai abitudine quotidiana soprattutto per i più giovani, ma tantissime insidie si nascondono dietro quei pochi click che separano dal proprio oggetto del desiderio… a che cosa bisogna fare più attenzione per non avere brutte sorprese?
Webinar destinato agli studenti delle scuole secondarie superiori a cura delle associazioni Casa del Consumatore – Codacons – Adoc
Giovedì 12 novembre – ore 10.00
DIFENDIAMO L’AMBIENTE: COMINCIAMO DALLA NOSTRA CITTÀ 
L’incontro sarà l’occasione per i ragazzi di entrare in contatto diretto con i gruppi di giovani volontari già attivi sul territorio genovese.
Webinar destinato agli studenti delle scuole secondarie inferiori e superiori a cura del dottor Francesco Calcagno ideatore e coordinatore di Zena Netta
Giovedì 12 novembre – ore 17.00
IDENTITÀ DIGITALE: COME E PERCHE’ ATTIVARE LO SPID… E NON SOLO 
Sono sempre di più i servizi che richiedono obbligatoriamente l’attivazione dello SPID o di altre forme di identificazione digitale: capire come funziona è un’esigenza che si fa urgente anche per i ragazzi che rischiano altrimenti di restare esclusi da servizi e iniziative destinati alla loro fascia di età.
Webinar destinato agli studenti delle scuole secondarie superiori a cura dell’associazione Assoutenti
,

4 nuovi eco-raccoglitori: premi e sconti in cambio di bottiglie di plastica

Continuano le iniziative per incentivare la raccolta differenziata con il progetto “PlasTiPremia” patrocinato da Regione Liguria e nato grazie alla collaborazione tra Istituto Ligure per il Consumo, AMIU, Assessorato all’Ambiente del Comune di Genova e COREPLA, Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica.

Quattro nuovi eco raccoglitori entrano in funzione oggi 3 novembre in città a cominciare da piazza Paolo da Novi, nel quartiere Foce, creando un piccolo esercito “green” che invaderà pacificamente i diversi municipi genovesi. 

Gli altri eco-raccoglitori si trovano in: via Brin a Certosa (uscita metropolitana), in piazza Pestarino nel quartiere di San Teodoro e a Quinto in piazzale Rusca; entro breve saranno individuati otto punti in città dove ne saranno installati altri entro la fine dell’anno.

In poche semplici mosse, i cittadini conferendo bottiglie e flaconi in plastica accumulano punti in cambio di premi e sconti da parte delle attività del territorio che hanno aderito al progetto. 

Sul sito plastipremia.it sono disponibili tutte le informazioni su come conferire gli oggetti e raccogliere punti. A disposizione dei cittadini è stata messa anche l’apposita APP PlasTiPremia intuitiva e di facile utilizzo per dispositivi Android e IOS. Una sintesi del meccanismo è disponibile cliccando QUI.

«Le Associazioni dei Consumatori hanno fortemente creduto in questo progetto e insieme ad Amiu, Comune di Genova e Regione Liguria » dichiara Furio Truzzi, Presidente dell’Istituto Ligure del Consumo. «La prima di queste macchine è stata sperimentata al Salone Orientamenti 2019 dove in pochi giorni sono stati raccolti migliaia di vuoti a perdere in plastica, conferiti correttamente in cambio di biglietti del bus, borracce, vasetti di miele, ingressi all’acquario, mostre di Palazzo Ducale. Questo nella forte convinzione che vanno incentivati i comportamenti virtuosi dei cittadini. Oggi sono operative 4 macchine e il totale presto arriverà a 12, grazie anche al nostro contributo di 24.000 euro destinato a finanziare l’iniziativa, utilizzando una parte dei Finanziamenti del Ministero dello Sviluppo Economico messi a disposizione dalle associazioni dei consumatori dalla Regione Liguria».  

Dichiara Giovanni Toti, Presidente Regione Liguria: «E’ un primo passo straordinario che mette insieme più cose: smaltire le plastiche attraverso comportamenti virtuosi che aiutano l’ambiente e per cui viene anche riconosciuta una premialità ai cittadini. In questo modo, tutelando l’ambiente si sostiene anche il piccolo commercio di vicinato, la mobilità sostenibile, la cultura, la salute e il tempo libero. Così incentiviamo le buone pratiche come la raccolta differenziata e diamo una mano alla nostra economia».

«L’iniziativa rientra nell’accordo tra Regione Liguria, Comune di Genova e Istituto Ligure del consumo – aggiunge Pietro Pongiglione, Presidente Amiu – per la realizzazioni di iniziative di compensazione nel conferimento della plastica con titoli di viaggio o altri incentivi. Amiu si occupa della loro installazione e gestisce il conferimento della plastica raccolta alla nostra piattaforma di Sardorella. Le posizioni delle macchine sono pensate perché siano comode rispetto ai negozi e ai mercati coperti rionali. Abbiamo pensato a punti presidiati dal controllo sociale, di facile di accesso e raggiungibili anche in moto o auto per agevolare il trasporto delle bottiglie». 

La bella novità sono gli incentivi che riguardano diversi settori come la mobilità sostenibile, la cultura, lo sport, la salute e gli svaghi oppure sconti nelle attività commerciali associate che, in genere, sono legate ai Centri Integrati di Via e ai negozi di vicinato, a cui – per ora – si è aggiunta anche una catena della grande distribuzione.

«Oltre a una prima fase di premi-base, pensiamo anche a premi di maggior rilievo – sottolinea Matteo Campora, assessore all’ambiente comunale – per i cittadini più virtuosi. Inoltre l’eco raccoglitore è predisposto anche per l’accumulo sconto da utilizzare per la bolletta TARI, così come accade per chi pratica il compostaggio domestico o utilizza le isole ecologiche per i propri rifiuti ingombranti. Un segnale sempre più incisivo e forte per educare i genovesi a non disperdere questo materiale nell’ambiente e a rispettare il decoro nelle nostre strade». 

L’adesione dei partner commerciali potrà aumentare nel corso del tempo grazie a una specifica sezione “Diventa partner” del sito www.plastipremia.it. Così che, in modo trasparente, potranno aderire al progetto anche soggetti diversi dai negozi: come professionisti, scuole di cucina o di lingue straniere, artigiani e perfino banche, mettendo a disposizione dei cittadini virtuosi premi e buoni sconto per servizi e attività. La macchina è dotata di un monitor per la comunicazione istituzionale dei vari soggetti coinvolti nel progetto.

«Questo progetto si inserisce in una serie di azioni volte a migliorare il tasso di intercettazione dei contenitori per liquidi e incrementare la raccolta differenziata degli imballaggi in plastica. Un’iniziativa volta a favorire l’integrazione di un sistema sperimentale al modello già consolidato di raccolta differenziata svolto dal Comune con evidenti benefici anche per il cittadino – ha dichiarato il Presidente di Corepla Giorgio Quagliuolo, che prosegue – La ‘best practice’ di Genova che oggi raccontiamo rappresenta un esempio di come si possa lavorare in maniera sinergica con il territorio per contribuire in modo attivo al raggiungimento degli ambiziosi obiettivi eurocomunitari all’interno di una filiera ormai consolidata»

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA