Articoli

,

PlasTiPremia arriva al Porto Antico, nel cuore del Centro Storico

Prosegue senza tregua la diffusione dei punti Plastipremia lungo tutta la città di Genova

Novità nel Centro Storico.

A 16 mesi dall’installazione della prima macchina “mangiaplastica”, promossa dall’Istituto Ligure per il Consumo insieme ad Amiu nel corso del Salone degli Orientamenti nel Novembre 2019,  è stato inaugurato questa mattina il primo punto PlasTiPremia presente nel Centro Storico genovese. Un risultato che porta il numero totale degli eco-compattatori a 13 e consolida la leadership di Genova come prima città italiana per il recupero qualificato della plastica.

Tuttavia le novità non finiscono qui! A differenza degli altri punti già installati, infatti, quest’ultimo offre anche la possibilità di raccogliere lattine di alluminio, grazie alla collaborazione stabilita con Cial-Consorzio imballaggi alluminio.

Molto soddisfatti per i risultati raggiunti con questa nuova tecnologia Furio Truzzi, Presidente di ILC e di Assoutenti, e il Vicepresidente di ILC e Presidente di Adoc  Emanuele Guastavino: “Il progetto PlasTiPremia è vincente sia per la capacità di attrazione dei cittadini che non vivono il corretto conferimento solo come un obbligo civile, sia per il network creatosi tra Regione Liguria, Comune di Genova, Amiu e Associazione dei Consumatori”.

Un messaggio carico di orgoglio per i progressi fatti, dunque, che è stato lanciato alla presenza di molte autorità genovesi, tra cui gli Assessori Comunali all’Ambiente e al Centro Storico Campora e Bordilli, il Presidente del Municipio Centro Est, il Presidente di Amiu, la responsabile della comunicazione del COREPLA e molti altri ancora.

L’altissimo numero del materiale raccolto in questi primi mesi, dimostra come il conferimento della plastica con il metodo PlasTiPremia si stia affermando come un’abitudine, una buona pratica apprezzata dai genovesi, grazie anche al sistema premiante che aumenta la responsabilità sociale e la sensibilità nei confronti della raccolta differenziata.

Come funziona?

Per prima cosa si inserisce la tessera sanitaria e si aspetta che il lettore la riconosca (a seguito del riconoscimento viene emesso un segnale acustico), una volta fatto ciò si potrà inserire sia la plastica (bottiglie anche da mezzo litro e flaconi per detersivi, shampoo, balsamo ecc.), rigorosamente senza tappo, sia le lattine di alluminio.

Ogni bottiglia, flacone, lattina (esclusivamente presso il Porto Antico) equivale ad un punto…e PlasTiPremia due volte! Con almeno 30 punti, infatti, si avrà diritto ad un coupon di sconto nei negozi convenzionati e, contemporaneamente, gli stessi punti varranno per biglietti bus, noleggio Mimoto, gadget Corepla, ecc.

I commenti di Truzzi e Guastavino

L’esercito green avanza e, come speravamo, dievnta sempre più numeroso e forte. In tantissimi tra aziende e negozi stanno aderendo a questa iniziativa ma i margini di crescita sono ancora estremamente ampi. Stiamo ormai convincendo sempre più persone ad un modello di economia circolare e i consumatori si pongono sempre più al centro di questo cambiamento epocale.”

, ,

12 nuovi eco compattatori a Genova: in una settimana oltre 18.000 bottiglie raccolte e 600 Kg di plastica tolta al mare

Show cooking a Orientamenti Summer il 7 e 14 luglio

Mangiar bene si impara! Ecco perché anche le associazioni dei consumatori con il progetto Dal Solco al Sole collaborano all’iniziativa di show cooking che si terrà per due martedì consecutivi, il 7  e il 14 luglio, nel Piazzale delle Feste del Porto Antico di Genova nell’ambito di Orientamenti Summer.

Sarà un modo di informare ed educare in materia di alimentazione e promuovere non solo adeguate abitudini alimentari ma anche la consapevolezza sui singoli componenti dei cibi e sulla lettura delle etichette alimentari, come nello spirito del nostro progetto.

Il primo appuntamento, il 7 luglio alle 16.00, sarà condotto da Marco Visciola chef de Il Marin dell’Eataly genovese dal 2016: per seguire lo show bisognerà arrivare con un po’ di anticipo sull’orario di inizio in quanto l’ingresso è ad esaurimento posti e l’occasione è davvero di quelle da non perdere.

L’iniziativa vede la collaborazione di Eataly e la partecipazione agli eventi di cucina degli studenti degli istituti alberghieri Marco Polo e Bergese anche con la finalità di orientare alle professioni del settore alberghiero che caratterizzano la Liguria.

Appuntamento: 7 e 14 Luglio 2020 dalle 16:00 alle 17:00 | Piazzale delle Feste Porto Antico di Genova

SCARICA IL VOLANTINO

Macchinette mangiaplastica a Genova: presto una in ogni municipio

L’emergenza Covid-19 ha temporaneamente rallentato anche una delle iniziative a cui le associazioni liguri dei consumatori avevano lavorato con maggior entusiasmo fin dalla fine del 2019, quella delle cosiddette macchinette mangiaplastica, destinate a ridurre l’abbandono dei rifiuti in plastica con un meccanismo di premi e incentivi per i cittadini più virtuosi.

In attesa di poter riprendere questa preziosa attività (parte integrante del progetto dell’Istituto Ligure del Consumo “Dal solco al sole: economia circolare per un consumo eco sostenibile”), ecco una sintesi delle prime tappe dell’iniziativa.

Dal Salone Orientamenti a fine 2019: l’esperienza pilota al Porto Antico

L’iniziativa è partita con l’esperienza pilota della macchina mangiaplastica PAANDAA, installata al Porto Antico in occasione del Salone Orientamenti dal 12 al 15 novembre 2019 e  in grado di ricevere bottiglie e flaconi di plastica: conferendo gli oggetti i cittadini hanno iniziato ad ottenere eco-punti con valenza di buono sconto spendibili negli esercizi convenzionati.

Dopo una breve pausa tecnica, dal 21 novembre Paandaa (il cui concessionario genovese è ZenaNetta) ha quotidianamente raccolto bottiglie e flaconi, con sempre maggior coinvolgimento della cittadinanza, fino al 31/12. I partecipanti sono stati oltre 100, con un totale vicino a 14.000 bottiglie/flaconi conferiti ed un conferimento medio di circa 30 b/f a volta.

L’impegno dei cittadini è stato riconosciuto con molti premi messi a disposizione da tante realtà cittadine che hanno collaborato alla buona riuscita dell’iniziativa. In particolare sono stati consegnati 28 biglietti dell’Acquario di Genova, 6 biglietti del Museo del Mare Galata, 20 vasetti di miele, 42 borracce Iren, 32 biglietti della Ruota Panoramica, 400 biglietti AMT, più di 20 buoni sconto per il Caffè Bigo ed Eataly.

Giorno dopo giorno sempre più cittadini sono venuti a conoscenza dell’iniziativa e anche riunendosi in gruppi (come hanno fatto ad esempio i genitori dei bambini di una scuola dell’infanzia) si sono recati presso il nostro raccoglitore quotidianamente, conferendo le loro bottiglie in sempre maggior numero.

L’estensione a tutti i municipi della Città

Vista l’ottima riuscita della fase sperimentale e considerata la disponibilità del Comune di Genova, con il nuovo anno si è fatta strada sempre più concretamente l’idea di dotare tutti i 9 municipi della città di una propria macchina mangiaplastica. La prima doveva essere installata a fine febbraio, proprio quando l’esplosione dell’emergenza Coronavirus ha imposto uno stop a questa come a tante altre iniziative destinate al territorio.

Non appena le condizioni lo permetteranno, gli eco-raccoglitori dedicati andranno a implementare il sistema genovese di raccolta della plastica, restituendo ancora una volta buoni sconto spendibili in cambio di bottiglie e flaconi, nel pieno spirito dell’economia circolare.

Fra i vantaggi del piano di riciclo non ci saranno solo biglietti gratis per i mezzi di trasporto Amt, autobus e metro, ma anche un ventaglio di agevolazioni e incentivi alla buona pratica, come sconti nelle attività commerciali di quartiere, nei teatri e nei servizi.