Articoli

,

Una ‘zuppa di cipolle’ per protestare contro il carovita

Mestoli colmi di zuppa di cipolle contro il carovita a Genova, dove le Associazioni dei Consumatori hanno manifestato davanti alla Prefettura per chiedere al Governo “un cambio di marcia negli interventi di contrasto all’inflazione e all’aumento vertiginoso delle bollette negli ultimi mesi”.

Usando il piatto simbolo della cucina povera italiana, distribuito ai passanti in piazza, una sessantina di manifestanti hanno protestato armati di fornelletto a gas, pentole, mestoli, cucchiai, cipolle, brodo, burro, formaggio e pane: “pane poco perché è rincarato del 12,6% da inizio anno” è stato spiegato.

Simona Ferro con il Presidente di Ilc e Assoutenti Furio Truzzi

Benvenuti alla mensa dei poveri delle famiglie italiane dove una bombola di gas oggi costa 30 euro, mentre due mesi fa ne costava 20: un rincaro del 50% a famiglia per una bombola che dura meno di una settimana. Finché il gas c’è. Perché che mancano 15 miliardi di metri cubi di gas per l’inverno al nostro Paese il Governo non lo dice – denuncia il presidente di Assoutenti Furio Truzzi -. Siamo in piazza contro la speculazione e diciamo ‘basta’ al carovita”.

“Chiediamo al Governo di liberare il prezzo dell’energia da quello del gas e di non applicare l’Iva sulle accise sui carburanti e alla grande distribuzione di calmierare i prezzi dei beni alimentari di prima necessità” sottolinea il presidente di Adiconsum Liguria Stefano Salvetti. “Il Governo deve cambiare rotta e fare iniziative concrete per aiutare le famiglie italiane non ce la facciamo più” sollecita il presidente Adoc Liguria Emanaule Guastavino.

Maria Desogus, Presidente Sportelli Consumatori, Cristina Lodi, esponente Partito Democratico, Stefano Salvetti, Presidente Adiconsum Liguria

Sono venuti a trovarci e ad assumere solenne impegno e qualora eletti si batteranno per la misura prioritaria di ridurre i prezzi e combattere il carovita le candidate e i candidati: Simona Ferro, Matteo Rosso e Stefano Balleari di Fratelli d’Italia, Alberto Pandolfo, Katia Piccardo e Cristina Lodi del Partito Democratico, Luca Pastorino di Leu-Art uno-Sinistra Italiana, Sandro Biasotti di Noi Moderati. Ci è inoltre pervenuto il messaggio di Ilaria Cavo di adesione all’iniziativa e impossibilitata a partecipare perché impegnata nel ponente di Genova con il Sindaco.

Le Associazioni denunciano che “il carovita ha eroso del 6,9% la spesa alimentare delle famiglie liguri da inizio anno”.

Katia Piccardo del Partito Democratico

Ilaria Cavo con il Presidente Furio Truzzi alla manifestazione per la difesa del latte delle vallate genovesi

Luca Pastorino di Leu-Art uno-Sinistra Italiana con il Presidente di Assoutenti e Ilc Furio Truzzi e il Presidente di Adoc Liguria Emanuele Guastavino

Alberto Pandolfo del Partito Democratico con il Presidente di Assoutenti e Ilc Furio Truzzi e il Presidente di Adoc Liguria Emanuele Guastavino

Sandro Biasotti di Noi Moderati con il Presidente di Ilc e Assoutenti Furio Truzzi

Simona Ferro, Matteo Rosso e Stefano Balleari di Fratelli d’Italia

 

,

Inaugurato un nuovo ecocompattatore per la Valbisagno a piazzale Bligny. Il successo del progetto non si arresta

È stato inaugurato oggi nel piazzale Bligny il quindicesimo ecocompattatore PlastiPremia, progetto nato grazie alla collaborazione tra AMIU Genova, assessorato all’Ambiente del Comune di Genova, Corepla (Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclo e il Recupero degli imballaggi in plastica), ILC (Istituto Ligure per il Consumo), Comieco (Consorzio Nazionale per il recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica) e la partecipazione della Regione Liguria.

Questa nuova installazione conferma il record italiano di Genova per numero di macchine PlasTiPremia installate, sicuramente un primato di cui andare più che orgogliosi per la città.

Erano presenti all’inaugurazione diverse personalità politiche e non della città di Genova, tra cui l’assessore all’Ambiente Matteo Campora, il vice presidente dell’istituto ligure per il consumo Emanuele Guastavino e il presidente del Municipio IV Media Vabisagno Maurizio Uremassi, che hanno anche rilasciato alcune dichiarazioni.

«Il progetto sta riscontrando una risposta molto positiva da parte dei genovesi – spiega l’assessore all’Ambiente Matteo Campora – che stanno dimostrando di apprezzare il sistema premiante e l’innovazione della raccolta attraverso gli ecopunti. L’installazione si sta progressivamente implementando e oggi raggiunge tutti i Municipi genovesi, incluso il centro storco dove si sta attuando un’efficace sperimentazione anche su lattine. Siamo molto soddisfatti quindi dei risultati raggiunti e per questo, grazie alla collaborazione di tutti i soggetti coinvolti, pensiamo che il progetto vada nella giusta direzione per raggiungere ulteriori importanti obiettivi per la raccolta differenziata e la sostenibilità ambientale attraverso la diffusione della cultura del riuso»

Il vice presidente dell’Istituti Ligure del Consumo Guastavino commenta soddisfatto: «L’ennesimo grande risultato di questo ottimo progetto di cui i consumatori sono parte attiva e protagonista. Un nuovo eco-compattatore in una nuova zona della città rafforza ancora di più le convinzioni e la forza di un progetto che, da quando è partito, ha raccolto solo successi e grandi risultati. La cosa più esaltante, tuttavia, è che l’onda di successi di questo progetto è ancora ben lontana dall’arrestarsi».

«Questo Municipio è all’avanguardia non solo per questo ecompattatore – dice il presidente del Municipio IV Media Vabisagno Maurizio Uremassi –, ma lo è anche per il posizionamento dei nuovi contenitori della raccolta rifiuti. In questo modo è possibile aumentare anche il riciclato e questo Municipio è il primo ad avere questi contenitori. In questi giorni, in collaborazione con Amiu, stiamo incontrando i cittadini per posizionare correttamente nuovi contenitori in modo che si possa attuare un servizio di raccolta differenziata che porti Genova a dei livelli molto alti e all’avanguardia: questo è lo scopo non solo del Municipio, ma anche del Comune».

Dall’inizio del progetto allo scorso 31 luglio sono state 8,3 i milioni di pezzi tra bottiglie e flaconi di plastica raccolti corrispondenti a 270 tonnellate di materiale recuperate e avviate al riciclo. Per quanto riguarda cartoni per le bevande, come il tetrapak, a partire dal marzo di quest’anno sono state avviate al riciclo 1,5 tonnellate per un totale di 40.000 confezioni. Per la raccolta delle lattine di alluminio iniziata nell’estate 2021 in via sperimentale con due macchine nel Centro Storico di pezzi raccolti sono 55.000 quasi vicino alla tonnellata mandata al riciclo.

Grazie a questa iniziativa, i cittadini ottengono premi come sconti nei negozi di vicinato o al supermercato o ancora altri incentivi legati a mobilità sostenibile, cultura, sport e salute.  Per ogni imballaggio inserito nell’eco-raccoglitore si ottiene 1 punto.

I materiali conferibili sono: bottiglie e flaconi in plastica a cui si possono abbinare cartoni per bevande come latte, vino, succhi di frutta e alimenti in generale.

Un successo ben lungi dall’arrestarsi per un progetto in cui consumatori sono stati protagonisti fin dalle prime fasi.

, , ,

Genova, 9 Giugno 2022: si conclude il Progetto “Adotta un nonno adotta un nipote”

Giovedì 9 Giugno, alle ore 10.40, nell’Aula magna del Liceo Classico e Linguistico ‘C.Colombo’ di Genova si terrà l’evento conclusivo del Progetto di scambio intergenerazionale “Adotta un Nonno, adotta un Nipote”, realizzato da Assoutenti in collaborazione con altre Associazioni da Ottobre 2021 a Maggio 2022.

In questa occasione, il giornalista, scrittore e nonno Franco Manzitti incontrerà gli studenti del Liceo e dialogherà con loro parlando delle differenze tra le generazioni.

Porteranno i loro saluti il preside del Liceo, il professor Luca Barberis, e l’Assessore Regionale alle Politiche Sociali, Scuola, Università e Ricerca Ilaria Cavo.

L’incontro sarà moderato dal presidente di Assoutenti Furio Truzzi che illustrerà alcuni dei numeri più significativi di questo progetto di scambio intergenerazionale tra nonni e nipoti.

In questi mesi di attività, nonostante le difficoltà nel periodo di maggior incidenza pandemica, più di 20 ‘nonni’ narratori hanno incontrato oltre 550 bambini delle scuole in tutta la regione, raccontando come fosse vivere quando loro erano bambini, senza le moderne tecnologie.

La seconda parte del Progetto prevedeva laboratori di educazione digitale e attività di assistenza individuale per anziani che non abbiano dimestichezza con strumenti e tecnologie digitali di uso comune. In questo percorso, 19 giovani tutor digitali selezionati in tutta la Liguria hanno organizzato oltre 65 laboratori di gruppo a cui hanno partecipato più di 650 anziani. Nelle 1900 ore di impegno complessivo dei giovani tutor sono state aiutate individualmente oltre 170 persone.

Numeri importanti che sottolineano la grande voglia degli anziani di trasmettere le loro conoscenze ai più giovani e imparare a loro volta a stare al passo con i tempi!

,

Grande festa per il 60° anniversario della proclamazione dei Diritti dei Consumatori

Si è svolta ieri, nella meravigliosa cornice dei Giardini Luzzati, la Festa per i Diritti dei Consumatori a 60 anni di distanza dalla loro proclamazione, fatta dall’allora Presidente degli Stati Uniti d’America Kennedy.

L’evento è stato organizzato dalle Associazioni dei Consumatori Liguri e ha visto un’ampia partecipazione sia di pubblico che da parte delle Istituzioni, locali e non. 

Furio Truzzi con il Capodelegazione PD al Parlamento Europeo Brando Benifei e l’Assessore alla Tutela dei Consumatori Simona Ferro

 

Sotto gli occhi del Capodelegazione PD al Parlamento Europeo Brando Benifei,  dell’Assessore alle politiche sociali Ilaria Cavo e dell’Assessore alla Tutela dei Consumatori Simona Ferro tantissimi personalità delle istituzioni si sono presentate alla numerosa platea spendendo parole di grande elogio verso l’intero movimento consumerista. 

A concludere la serata in bellezza ci ha pensato il rinomato comico e artista Paolo Rossi, che ha intrattenuto i presenti con un suo spettacolo tra sketch e improvvisazioni.

L’Artista Paolo Rossi durante il suo sketch

L’evento ha portato in dote, quindi, un nuovo successo per i Consumatori, liguri e non, che potrà fungere da pietra miliare verso nuovi obiettivi e risultati da raggiungere in futuro.

, ,

Al via il concorso nazionale “Nutrire il pianeta, energia per la vita”: c’è tempo fino al 21 Ottobre 2022!

Il concorso è istituito per ricordare l’opera della Professoressa Gaetana Anna Feniello, prematuramente scomparsa, già Dirigente del Liceo “P. Gobetti” e dell’Istituto Agrario “B. Marsano” di Genova fino all’anno 2016.

E’ partito oggi Martedì 24 Maggio 2022 nella prestigiosa cornice della sede dell’Istituto Agrario ‘B. Marsano’,  il concorso nazionale  “Nutrire il pianeta, energia per la vita”.

Il concorso è promosso da Assoutenti e Associazione Nazionale Presidi (ANP) in stretta collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria e l’Istituto Ligure per il Consumo, e vedrà coinvolti gli allievi delle classi terze e quarte degli Istituti Secondari di II grado di tutto il territorio Nazionale.

La sua finalità è quella di valorizzare la pratica del riuso e dell’economia circolare attraverso la realizzazione di:

  • un artefatto composto con materiali di recupero

oppure

  • una video-ricetta gastronomica di “cucina degli avanzi” utilizzando alimenti di scarto.

Presenti all’incontro i portavoce delle principali istituzioni che hanno permesso l’avvio di questa grande iniziativa: Furio Truzzi, Presidente Nazionale Assoutenti, Giovanni Pietro Poggio, in rappresentanza dell’ANP nonché Preside del Marsano e Alessandra Nasini, esponente dell’USR Liguria. Con loro la Prof.ssa Angela Comenale Pinto, colonna portante dell’Istituto in cui ha insegnato per 40 anni.

Tutti i presenti hanno ribadito l’importanza di partire dalle scuole per approfondire le tematiche ambientali e diffondere e promuovere nuovi modelli comportamentali sulle sane abitudini alimentari tra la popolazione, con maggiore attenzione ai giovani, soprattutto gli studenti.

“E’ importante -come ribadiscono alcuni allievi dell’Istituto- valorizzare il territorio, in particolare quello ligure, estremamente ostico ma che può dare tanto anche attraverso tecniche per eccellenza dell’economia circolare e del riutilizzo degli scarti come il compost.”

Nel corso dell’incontro, Andrea Cresta, Vicepreside dell’Istituto Alberghiero ‘N. Bergese’, ha presentato la “cucina degli avanzi” e con l’occasione offerto ai partecipanti l’aperitivo “Bergesotto” ricco di aromi liguri preparato dalle allieve dell’Istituto.

Presente all’evento anche il figlio della Prof.ssa Gaetana Anna Feniello, alla cui memoria il concorso è dedicato, Enrico Zappavigna, il quale ha ricordato l’entusiasmo della madre nell’insegnamento e la grande determinazione e voglia di un profondo legame della scuola al territorio e all’ambiente che l’ha contraddistinta nel corso della sua carriera.

CLICCA QUI PER SCARICARE IL BANDO

 CLICCA QUI PER SCARICARE LA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

, ,

Genova: al via concorso per studenti “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. Domani alle ore 11.00 conferenza stampa presso l’Istituto Agrario “Bernardo Marsano” di Genova

Assoutenti, presidi e scuole si uniscono per insegnare ai giovani l’importanza del riciclo e il consumo consapevole.

Parte da Genova un concorso nazionale dedicato agli studenti che vedrà uniti presidi, scuole e consumatori. Una iniziativa che si prefigge lo scopo di spiegare ai giovani l’importanza del riciclo e del consumo consapevole e promuovere migliori abitudini alimentari.

Il concorso, dal titolo “Nutrire il pianeta, energia per la vita”, è realizzato da Assoutenti e Associazione Nazionale Presidi (ANP) in stretta collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria e l’Istituto Ligure per il Consumo, e vedrà coinvolti gli allievi delle classi terze e quarte degli Istituti Secondari di II grado di tutto il territorio Nazionale.

La finalità del concorso è quella di valorizzare la pratica del riuso e dell’economia circolare attraverso la realizzazione di un artefatto composto con materiali da riciclo oppure di una video-ricetta gastronomica di “cucina degli avanzi” utilizzando alimenti di recupero.

“E’ fondamentale partire dalle scuole per approfondire le tematiche ambientali e diffondere e promuovere nuovi modelli comportamentali sulle sane abitudini alimentari tra la popolazione, con maggiore attenzione ai giovani, soprattutto studenti – spiega Assoutenti – Partiamo da Genova per dare il via a processi formativi diretti a sensibilizzare i giovani sui temi dell’energia rinnovabile, dell’economia circolare, dello sviluppo sostenibile ma anche della produzione biologica a Km 0, dell’educazione e della sicurezza alimentare e del consumo sostenibile”.

La conferenza stampa di presentazione del Concorso Nazionale “Nutrire il pianeta, energia per la vita” (istituito in memoria della Prof.ssa Gaetana Anna Feniello prematuramente scomparsa e già Dirigente del Liceo “P. Gobetti” e dell’Istituto Agrario “B. Marsano” di Genova fino all’anno 2016) si terrà Martedì 24 Maggio alle ore 11.00 Presso l’Istituto Agrario ‘Bernardo Marsano’ – Via alla Scuola di Agricoltura, 9 – Genova.

Nel corso dell’incontro, Andrea Cresta, Vicepreside dell’Istituto alberghiero ‘N. Bergese’, presenterà alcuni esempi di ‘cucina degli avanzi’, inoltre saranno preparati dai ragazzi dell’Istituto aperitivi agli aromi liguri, miscelando opportunamente sapori e saperi con attenzione alla sostenibilità, tra i quali l’ormai classico ‘Bergesotto’, l’aperitivo a base del Vermouth realizzato per i trent’anni dell’Istituto e l’innovativo ‘Corniglianito’, che con la stessa base, si propone anche come dissetante ai profumi della nostra regione.

, , ,

Servizi bancari nei piccoli Comuni: Assoutenti vi aspetta Martedì 15 Febbraio 2022 alle ore 16.00 a Savignone!

Assoutenti ha scelto il Comune di Savignone come luogo d’incontro per realizzare il prossimo convegno sull’educazione finanziaria e i servizi bancari dedicati ai piccoli Comuni dell’entroterra ligure!

Ha, infatti, organizzato per Martedì 15 Febbraio 2022 alle ore 16.00 presso ‘Sala Conferenze’ (Croce Rossa Savignone) in Via Giovanni XXIII, 1 Savignone (Genova) un incontro in presenza con l’obiettivo di facilitare l’accesso ai servizi bancari e finanziari online. Servizi ai quali, soprattutto a causa della pandemia in atto e alla scarsità, all’assenza o alla lontananza degli sportelli fisici, è sempre più difficile accedere soprattutto nei piccoli Comuni dell’entroterra.

L’evento (svolto nell’ambito del Programma di iniziative a vantaggio dei consumatori per fare fronte all’emergenza Covid 19 – Avviso MISE del 30.09.2020 ed in collaborazione con FEduF, la Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio costituita su iniziativa di A.B.I) vedrà l’intervento di moltissimi esperti del settore tra cui:

Mauro Tamagno – Sindaco di Savignone
Anna Cecchini – Vicesindaco di Savignone
Stefano Santin – Comitato Edufin
Chiara Mambelli – ABI
Valentina Panna – Responsabile comunicazione e progetti per il Terzo Settore FEDUF
Stefano Toselli – Consulente finanziario Assoutenti
Emanuele Visconti – Assoutenti

A seguire interverrà un giovane tutor per illustrare il Progetto intergenerazionale di educazione alla digitalizzazione: Germano Gallino.

Ma non finisce qui! A tutti i partecipanti interessati Assoutenti offrirà gratuitamente l’attivazione dello SPID!

Sarà, inoltre, possibile seguire l’evento anche in streaming collegandosi all’ora indicata a questo link.

Partecipate numerosi, vi aspettiamo!

Il comune di Savignone e Assoutenti ringraziano la Croce Rossa di Savignone per aver messo a disposizione la sala.

SCARICA LA LOCANDINA

,

Al via il progetto “Adotta un nonno, Adotta un nipote”

E’ partito Venerdì 1 Ottobre 2021 presso l’Istituto Comprensivo Montaldo di Corso De Stefanis e presso il Liceo Scientifico Cassini di Via Galata il Progetto “Adotta un nonno, adotta un nipote”.

Il progetto, che ha come capofila Assoutenti, ma coinvolge tutto l’Istituto Ligure per il Consumo,

rientra all’interno del Patto di Sussidiarietà Anziani – Area Digitalizzazione e Intergenerazionalità coordinato da Auser e co-progettato da Regione Liguria con il Terzo Settore insieme all’Ufficio Scolastico Regionale, Aliseo (Agenzia Ligure per gli Studenti e l’Orientamento, l’agenzia regionale che eroga servizi agli studenti di ogni ordine e grado), Auser Liguria, Acli, Unicef, 50&Più Genova e Associazioni dei Consumatori e coinvolge anziani e giovani di tutto il territorio ligure in un reciproco scambio di esperienze e competenze.

Mentre presso l’Istituto Comprensivo Montaldo, un nonno e una nonna hanno incontrato gli alunni di due quinte della scuola elementare per far conoscere loro i giochi di una volta, a dare il via all’iniziativa è intervenuta l’Assessore alle Politiche Sociali e Terzo Settore, Politiche Giovanili, Scuola, Università e formazione, Cultura e Spettacolo Ilaria Cavo, che ha così commentato l’evento: “E’ significativo che questo progetto parta alla vigilia della Festa dei Nonni di Sabato 2 Ottobre. Si tratta di un’operazione intergenerazionale giovani – anziani. E’ una crescita reciproca: i ragazzi possono insegnare agli anziani le nuove tecnologie, gli anziani possono insegnare ai bambini i giochi e le tradizioni di una volta. Nelle scuole elementari, dove il progetto è partito stamattina, sono state molte le domande interessate dei bambini ai nonni e alla domanda su cosa i bimbi possano dare agli anziani la risposta è stata concorde: “allegria”. Tutto questo certifica che il progetto ha un grande valore. I ragazzi più grandi, invece, svolgono un ruolo di tutor per i nonni sulle competenze più complicate per loro: quelle digitali. Oggi per esempio al Liceo Scientifico Cassini si è parlato di Spid, il sistema pubblico d’identità digitale, di Whatsapp e di Facebook”.

Presenti all’incontro, moderato dal vicepresidente regionale Rosanna Stifano oltre all’Assessore Cavo, Michele Lattarulo, Dirigente Scolastico del Liceo Scientifico “G.D.Cassini”, Alessandro Clavarino, Direttore reggente Ambito Territoriale di Genova dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria, Franco Cirio, Presidente UNICEF Liguria, Sergio Grazzi e Guido Angelini, rispettivamente Presidente Vicario e Consigliere 50&Più, Ileana Scarrone, Presidente AUSER Liguria, i due Supertutor del progetto Guido Buschiazzo e Emerson Aonzo di Acli Savona e i tre giovani tutor del Liceo Cassini Davide Curletto, Germano Gallino e Lorenzo Guideri che svolgeranno la loro attività in alternanza scuola-lavoro.

I ragazzi hanno quindi tenuto una prima lezione di informatica ai 12 ‘nonni’ genovesi che hanno partecipato in presenza (numero massimo consentito dal Liceo Cassini come misura pandemica), ai 22 che hanno assistito all’evento tramite la piattaforma digitale Zoom e agli oltre 270 che si sono collegati alla diretta trasmessa in streaming su Facebook.

Numeri da capogiro, dunque, che fanno ben sperare per la riuscita di questo Progetto che ha come obiettivo comune la crescita reciproca di generazioni profondamente diverse che, però, possono trovare nel reciproco scambio di conoscenze ed esperienze un punto di contatto.

Conclude, Rosanna Stifano, Vice Presidente regionale Assoutenti Liguria: “Il Patto di Sussidiarietà Anziani – Area Digitalizzazione e Intergenerazionalità è l’opportunità per fare rete tra le associazioni del Terzo Settore che, in sintonia con l’Assessorato, l’Ufficio Scolastico Regionale ed ALiSEO, lavoreranno per favorire il dialogo intergenerazionale tra “nonni” e giovani.”

Chiunque voglia partecipare ai futuri laboratori del Progetto “Adotta un Nonno! Adotta un nipote!” può scrivere all’email nonni.nipoti@assoutenti.liguria.it oppure può compilare il form presente sul sito di Assoutenti.

,

Maurizio Lastrico testimonial per la campagna educational di AMT e dell’Istituto Ligure per il Consumo

Maurizio Lastrico con i suoi “mugugni socialmente utili” diventa il testimonial della nuova campagna comportamentale di AMT. La campagna prende spunto dall’idea che il comico genovese e l’Istituto Ligure per il Consumo hanno concepito per richiamare l’attenzione dei cittadini su diversi temi della convivenza sociale: rispetto delle donne, uso dei mezzi pubblici, igiene urbana, uso della mascherina.

Per AMT sono stati creati quattro soggetti per ricordare a tutti le regole per viaggiare correttamente, insieme, con il trasporto pubblico. Suggerimenti, consigli, norme di buona educazione da tenere a mente quando si condivide lo spazio e il tempo di viaggio: utilizzare il mezzo pubblico munendosi di regolare titolo di viaggio; lasciare il posto a sedere a chi è in difficoltà; non disturbare gli altri parlando ad alta voce al cellulare; entrare e uscire dalla porta giusta per non intralciare gli spostamenti sui mezzi.

Ma c’è una novità assoluta in questa nuova campagna educational di AMT fatta insieme alle associazioni dei consumatori. Visto che alla base di tutto c’è la vena comica caratteristica di Maurizio Lastrico, i messaggi sono rigorosamente in dialetto genovese, sia per le affissioni sui mezzi che per gli spot video pubblicati sul canale Youtube di AMT. Si tratta di concetti seri e importanti, ma veicolati attraverso l’inconfondibile ironia dialettale di Maurizio Lastrico. Il tipico “mugugno genovese” assume una valenza positiva e diventa uno strumento ricco di umorismo per sensibilizzare tutti ad un uso corretto del trasporto pubblico, nella consapevolezza che il viaggio è un’esperienza collettiva, dove risultano fondamenti il rispetto e l’attenzione verso gli altri.

È questa del resto anche la missione dell’Istituto Ligure per il Consumo costituito dalle associazioni dei consumatori riconosciute dal Comune di Genova e dalla Regione Liguria che punta ad avvicinare le aziende che forniscono servizi ai cittadini, favorendo il dialogo e lo scambio di esperienze e informazioni.

AMT ha immediatamente condiviso la proposta avanzata dall’Istituto Ligure per il Consumo e congiuntamente con lo stesso e con Maurizio Lastrico ha sviluppato i contenuti proposti in una campagna di comunicazione.

La campagna comportamentale, oltre ad essere tutta in genovese, presenta un’altra novità: sarà multi canale. Salendo a bordo, sarà possibile vedere i “mugugni socialmente utili” semplicemente inquadrando con il proprio smartphone il QRcode presente sulle affissioni pubblicitarie in bus, metro e impianti verticali o collegandosi ai link dei siti di riferimento.

“Con questa campagna vogliamo provare a comunicare in un modo diverso, con l’ironia tipica dei genovesi e con messaggi che si “facciano” ascoltare – dichiara Marco Beltrami, presidente di AMT – una campagna multicanale e tecnologicamente nuova. La leggerezza e l’humour adottati in questa campagna non devono però mettere in secondo piano l’importanza dei contenuti, fondamentali per una civile convivenza sui nostri mezzi. A maggior ragione in questo momento di auspicata ripresa e quindi di ritorno all’utilizzo dei mezzi pubblici. È una bella collaborazione quella avviata con l’Istituto Ligure per Il Consumo e, per mezzo loro, con Maurizio Lastrico, e mi auguro nei prossimi mesi di poter affrontare insieme altri temi.”

“Ringraziamo AMT per aver sposato questo progetto di comunicazione fortemente voluto dalle associazioni dei consumatori – dichiara Furio Truzzi presidente di Assoutenti e dell’Istituto Ligure del Consumo – confermando così l’attenzione ai comportamenti dell’utenza e ai doveri dei cittadini che sono il corollario di qualsiasi diritto compreso quello della mobilità”.

“Una soddisfacente esperienza di viaggio sui mezzi del trasporto pubblico passa non solo dalla puntualità del servizio e dalla pulizia delle vetture – dichiara Matteo Campora, assessore alla mobilità integrata e trasporti del Comune di Genova – ma anche dal rispetto di alcune fondamentali regole di convivenza. Mi compiaccio dunque dell’iniziativa lanciata da AMT insieme all’Istituto Ligure per il Consumo: con questa originale campagna di comunicazione, improntata sulla simpatia, la spontaneità e la verve comica di un grande artista come Maurizio Lastrico. I cittadini e le cittadine genovesi potranno riflettere con il sorriso sull’importanza di tenere, nei confronti degli altri viaggiatori, un comportamento educato e corretto”.

“La tutela dei consumatori, viaggiatori in questo caso, passa anche attraverso una cittadinanza responsabile che rispetti delle norme di buon senso e di educazione che consentono a tutti di vivere e viaggiare meglio – così dichiara l’assessore regionale Simona Ferro che prosegue – cose che diamo per scontate come lasciare il posto a sedere ad un anziano o non urlare al cellulare sull’autobus non lo sono affatto ed il comportamento maleducato anche di una sola persona può rovinare il viaggio di tutti. Questa è sicuramente una campagna che affronta un tema sensibile e lo fa trasformando il mugugno in un elemento socialmente utile e nella maniera più bella: tutto in genovese. Davvero una bella innovazione nella tradizione che avvicina tutti a temi così importanti per la convivenza civile nei mezzi pubblici”.

Si ringraziano Franco Bampi e Vincenzo Rebolino per il prezioso contributo nelle traduzioni dei video dal genovese all’italiano. Grazie ai sottotitoli, anche chi è meno avvezzo al dialetto può comprendere l’ironia e il senso dei messaggi

 

, ,

Mobility Day per finanziare il piano straordinario treni

Alle ore 11 a Borghetto santo spirito (SV) e alle ore 18 a Genova “Mobility day” per finanziare il piano straordinario treni

Le Associazioni Liguri dei Consumatori insieme ai Comitati Pendolari, facendo propria l’esasperazione di lavoratori, cittadini e turisti che non hanno altra alternativa per muoversi che il trasporto ferroviario e il TPL, indicono per il prossimo 26 luglio una giornata di mobilitazione per chiedere al Governo di approvare con effetto immediato il piano straordinario approntato da Regione Liguria e Trenitalia finalizzato a rispondere all’aumentata domanda di servizio derivante anche dalla gravissima situazione autostradale sia a ponente che a levante e lungo le direttrici dei valichi.

Le Associazioni Liguri dei Consumatori e i Comitati Pendolari invitano lavoratori, cittadini, turisti, operatori economici, amministratori locali e regionali, parlamentari ad unirsi nelle due manifestazioni che vengono indette per togliere la Liguria dall’isolamento:

ORE 11,00 PALAZZO DEL COMUNE DI BORGHETTO SANTO SPIRITO (SV)

ORE 18 PALAZZO DELLA PREFETTURA DI GENOVA

LA MOBILITÀ È UN DIRITTO DIFENDERLA UN DOVERE!